padre Paul Devreux” IV Domenica di Quaresima

Laetare (Anno A) (22/03/2020) Vangelo: Gv 9,1-41 " E' bellissimo questo Vangelo del cieco nato. Dopo la guarigione, non lo riconoscono, perché non è più seduto a terra a mendicare, ma è in piedi e libero. I farisei rifiutano le proposte di Gesù per cui negano l'evidenza. Dicono: Gesù non rispetta il sabato, quindi è …

padre Ermes Ronchi”Siamo tutti come ciechi in cerca della luce”

IV Domenica di QuaresimaAnno A In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo interrogarono: «Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia nato cieco?». Rispose Gesù: «Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è perché in lui siano manifestate le opere di …

Alessandro Cortesi Commento IV domenica di Quaresima

IV domenica di Quaresima – anno A – 2020 1Sam 16,1-13; Efes 5,8-14; Gv 9,1-41 Nel IV vangelo il dramma del buio e della cecità si contrappone alla luce, presentata come simbolo della rivelazione: ‘la luce splende nelle tenebre ma le tenebre non l’hanno accolta’ (Gv 1,5.9). La vicenda del cieco nato è uno dei …

Mons.Nunzio Galantino”Squarcia, Signore, le nostre tenebre”

Squarcia, Signore, le nostre tenebreIV Domenica di Quaresima, 22 marzo 2020 Anche oggi la liturgia mette al centro un tema, anzi alcuni temi battesimali: l’elezione nella prima lettura ed il passaggio dalle tenebre alla luce, nel Vangelo, con l’episodio del cieco nato.Il racconto dell’elezione di Davide vuole dirci che i criteri con i quali il …

#PANEQUOTIDIANO, «NON C’È ALTRO COMANDAMENTO PIÙ GRANDE DI QUESTI»

La Liturgia di Venerdi 20 Marzo 2020  VANGELO (Mc 12,28-34) Commento:Rev. D. Pere MONTAGUT i Piquet (Barcelona, Spagna) In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore …

DAL «COMMENTO AL LIBRO DI GIOBBE» DI SAN GREGORIO MAGNO”IL MISTERO DELLA NOSTRA NUOVA VITA”

Dal «Commento al libro di Giobbe» di san Gregorio Magno, papa(Lib. 13, 21-23; PL 75, 1028-1029)Il mistero della nostra nuova vita     Il beato Giobbe, essendo figura della santa Chiesa, a volte parla con la voce del corpo, a volteinvece con la voce del capo. E mentre parla delle membra di lei, si eleva …