mons. Roberto Brunelli “Per i cristiani c’è un solo comandamento”

Per i cristiani c'è un solo comandamentomons. Roberto Brunelli VI Domenica di Pasqua (Anno A) (17/05/2020) Vangelo: Gv 14,15-21 “Adorate il Signore, Cristo, nei vostri cuori, pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi”. Questa espressione, che si legge oggi nella seconda lettura (1Pietro 3,15-18), è bella, ma …

padre Paul Devreux Commento VI Domenica di Pasqua (Anno A)

Commento su Giovanni 14,15-21padre Paul DevreuxVI Domenica di Pasqua (Anno A) (17/05/2020)Vangelo: Gv 14,15-21 Siamo nell'ultima cena, durante la quale Gesù lava i piedi ai discepoli per manifestare quanto concretamente gli vuole bene. Se anche io faccio l'esperienza di incontrare un Dio che mi ama cosi, come Gesù ha amato i discepoli, mi viene spontaneo …

Don Marco Ceccarelli Commento VI Domenica di Pasqua “A”

VI Domenica di Pasqua “A” – 17 Maggio 2020I lettura: At 8,5-8.14-17II lettura: 1Pt 3,15-18Vangelo: Gv 14,15-21 Testi di riferimento: Gen 6,3; Dt 7,12-13; Sal 25,5; 103,17-18; Pr 8,17; Sap 1,5; 6,18; 9,17-18; Mt28,20; Lc 24,49; Gv 4,23; 7,38-39; 8,44; 14,23.26; 15,10.23.26-27; 16,13; 18,37; 20,22; At 9,31;19,2-6; 20,23; Rm 5,5; 8,16; 1Cor 2,12-14; 1Pt 1,11; …

Wilma Chasseur “PERCHE’ VIVIAMO DA ORFANI?”

PERCHE’ VIVIAMO DA ORFANI? 6a Domenica di PASQUA“Non vi lascerò orfani; pregherò il Padre che vi manderà il Consolatore”. Ma a me pare che il mondo sia un immenso orfanatrofio. Chi si rivolge al padre per chiedergli come combattere il virus, o come uscire da questa situazione? Tutti gli esperti interrogano le proprie meningi e …

#PANEQUOTIDIANO, «RIMANETE IN ME E IO IN VOI»

La Liturgia di Mercoledi 13 Maggio 2020 VANGELO (Gv 15,1-8) Commento:Rev. D. Antoni CAROL i Hostench (Sant Cugat del Vallès, Barcelona, Spagna) + Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:«Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, …

DALLA «LETTERA A DIOGNETO»I CRISTIANI NEL MONDO

(Capp. 5-6; Funk, pp. 397-401)     I cristiani non si differenziano dal resto degli uomini né per territorio, né per lingua, né per consuetudini di vita. Infatti non abitano città particolari, né usano di un qualche strano linguaggio, né conducono uno speciale genere di vita. La loro dottrina non è stata inventata per riflessione …