Tonino Lasconi”Granelli di senape e lievito buono contro la zizzania”

Eliminare la zizzania è un'illusione. Rubargli spazio è fede, coraggio e saggezza. In questa domenica il brano di vangelo è un grappolo di parabole. Gesù inizia con quella del grano e della zizzania, che i discepoli non comprendono e che Gesù spiegherà loro soltanto la sera, una volta rientrati in casa, quando avrà spiegato anche …

FRATI DOMENICANI”L’UMILE PAZIENZA DI CHI PROCEDE AL RITMO DEL REGNO DEI CIELI”

OMELIE, nate da una collaborazione di un gruppo di frati del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano XVI Domenica del Tempo OrdinarioL’UMILE PAZIENZA DI CHI PROCEDE AL RITMO DEL REGNO DEI CIELI19 LUGLIO 2020LETTURE: Sap 12,13.16-19; Sal 85; Rm 8,26-27; Mt 13,24-43 Questa domenica offre una scelta di letture che, a prima vista, …

don Marco Pozza”Permesso di soggiorno temporaneo al male”

 XVI domenica del T.O. Il male è una di quelle storiacce che fa male: un certo male, poi, fa tanto di quel male da farti stare davvero male. Un vero e proprio ladrocinio di Lucifero. I discepoli, sfrontati, sono subito pronti a gettare addosso a Cristo la colpa: «Non hai seminato del buon seme nel tuo …

Don Luciano Commento XVI domenica del T.O./A: Il tempo della misericordia

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 13,24-30)In quel tempo, Gesù espose alla folla un'altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Ma, mentre tutti dormivano, venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi lo stelo …

#PANEQUOTIDIANO, «UN NEMICO HA FATTO QUESTO!»

La Liturgia di Domenica 19 Luglio 2020  VANGELO (Mt 13,24-43) Commento:P. Ramón LOYOLA Paternina LC (Barcelona, Spagna) In quel tempo, Gesù espose alla folla un’altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a unuomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Ma, mentre tutti dormivano, venne il suo nemico, seminò della zizzania …

DALLA «LETTERA AI CRISTIANI DI MAGNESIA» DI SANT’IGNAZIO DI ANTIOCHIA, “NON BASTA ESSERE CHIAMATI CRISTIANI, MA BISOGNA ESSERLO DAVVERO”

Dalla «Lettera ai cristiani di Magnesia» di sant'Ignazio di Antiochia, vescovo e martire(Intr.; Capp. 1, 1 - 5, 2; Funk 1, 191-195)Non basta essere chiamati cristiani, ma bisogna esserlo davvero     Ignazio, detto anche Teoforo, alla chiesa benedetta dalla grazia di Dio Padre, in Cristo Gesù nostro Salvatore: in lui saluto questa chiesa che …