Mons.Francesco Follo Lectio”Quando perdoniamo, imitiamo “Dio”

Quando perdoniamo, imitiamo “Dio, che manifesta la sua onnipotenza nel modo più alto con il perdono e la compassione” (cfr. Lit. dom.) Rito Romano XXIV Domenica del Tempo Ordinario - 13 settembre 2020 Sir 27,33-28,9; Sal 102; Rm 14,7-9; Mt 18,21-35 Rito Ambrosiano Is 11, 10-16; Sal 131; 1 Tm 1, 12-17; Lc 9, 18-22 …

P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento XXIV Domenica Tempo Ordinario

Ignoto pittore tedesco (attivo in Germania del nord attorno al 1560): Il servo spietato (Staatliche Museen zu Berlin) VENTIQUATTRESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIOSir 27,30-28,7; Sal 102; Rm 14,7-9; Mt 18, 21-35 Nel brano evangelico di oggi tutto inizia con una domanda del “solito” Pietro circa il perdono.Il discorso che Gesù aveva fatto circa la correzione fraterna metteva …

Battista Borsato”Il perdono è buonismo?”

Giving ang taking XXIV domenica del T.O.Il perdono è buonismo? In quel tempo Gesù disse: “il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. Poiché costui non era in …

Don Paolo Zamengo”L’impossibile perdono”

L’impossibile perdono Mt 18, 21-35XXIV domenica tempo ordinario – anno A – 2020 Oggi siamo di fronte a una esigente chiamata, quella del perdono senza misura. E’ Pietro a interrogare Gesù. Pietro intuisce che per un “fratello che commette un colpa contro di noi”, la via da percorrere è solo quella del perdono. Gesù ci …

#PANEQUOTIDIANO, «OGNI ALBERO SI RICONOSCE DAL SUO FRUTTO»

 La Liturgia di Sabato 12 Settembre 2020 VANGELO (Lc 6,43-49) Commento:P. Raimondo M. SORGIA Mannai OP (San Domenico di Fiesole, Florencia, Italia) In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:«Non vi è albero buono che produca un frutto cattivo, né vi è d’altronde albero cattivo che producaun frutto buono. Ogni albero infatti si riconosce dal suo …

DAI «DISCORSI» DI SANT’ATANASIO”LA RISURREZIONE E LA VITA NUOVA”

1063.tif Dai «Discorsi» di sant'Atanasio, vescovo(Disc. sull'Incarnazione del Verbo, 10; PG 25, 111-114)La risurrezione e la vita nuova     Dio, Verbo del sommo Padre, non abbandonò la natura degli uomini che andava alla deriva, macon l'offerta del proprio corpo annientò la morte, in cui era incappata, fugò l'ignoranza con il suo ammaestramento, e rinnovò …