Don Paolo Scquizzato Commento OMELIA XXVIII domenica del Tempo Ordinario

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (11/10/2020) Siamo stati abituati, fin da piccoli, che le cose importanti vadano meritate. Nel vangelo vige un’altra logica: «Tutto è pronto!; venite alle nozze». Tutto è già dato. È sufficiente goderne. Abbiamo, al v. 8, una frase tremenda: «gli invitati non erano degni». I tali che non accettarono…

Tonino Lasconi”Non lasciarsi ingolfare dall’oggi”

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A - 2020La fede non è una questione di etichetta. "Come sarà dopo? Come sarà l'aldilà? Come sarà il Paradiso?": le domande di sempre e di tutti. Purtroppo, però una risposta che soddisfi pienamente i nostri interrogativi non c'è. Nemmeno nella Bibbia. Essa ci dà qualche "aiutino" con…

don Marco Pozza”L’appetito di Te”

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (11/10/2020) A stomacare il Re, alla fine, non fu tanto il fatto che gli invitati alle nozze gli rifiutarono la loro presenza. Il suo cuore si rattristò per le bugie con le quali tentarono di giustificare quel rifiuto: chi un affare da concludere, chi un bue appena comprato…

Don Luciano”L’abito degli eletti”

XXVIII domenica del T.O./A AL VANGELO SECONDO MATTEO (MT 22, 1-14)In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei e disse: «Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati…

#PANEQUOTIDIANO«ANDATE ORA AI CROCICCHI DELLE STRADE E TUTTI QUELLI CHE TROVERETE, CHIAMATELI ALLE NOZZE»

La Liturgia di Domenica 11 Ottobre 2020   VANGELO (Mt 22,1-14) Ciommento:P. Julio César RAMOS González SDB (Mendoza, Argentina) In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse: «Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli…

DAL «COMMENTO SU AGGEO» DI SAN CIRILLO D’ALESSANDRIA,”​ IL MIO NOME È GLORIFICATO TRA LE GENTI”

Dal «Commento su Aggeo» di san Cirillo d'Alessandria, vescovo​(Cap. 14; PG 71, 1047-1050)​ Il mio nome è glorificato tra le genti      Al tempo della venuta del nostro Salvatore apparve un tempio divino senza alcun confronto più glorioso, più splendido ed eccellente di quello antico. Quanto superiore era la religione di Cristo e del…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: