Michele Antonio Corona “Battista-Gesù-Simone: una cascata di sguardi”

Michele Antonio CoronaII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (17/01/2021) Vangelo: Gv 1,35-42 Riprendiamo il cammino del Tempo Ordinario con la II domenica che ci presenta la figura di Gesù Agnello di Dio.Il brano dell'evangelista Giovanni narra in modo teologico la chiamata dei primi discepoli. Come sempre, i vangeli non sono la cronaca dei fatti, …

Monastero Matris Domini Lectio “Videro dove dimorava e rimasero con lui”

2a Domenica del Tempo Ordinario – Anno BGiovanni 1,35-42Dal Vangelo secondo GiovanniVidero dove dimorava e rimasero con lui. 35Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli 36e, fissando lo sguardo su Gesù chepassava, disse: «Ecco l'agnello di Dio!». 37E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguironoGesù. 38Gesù allora si voltò …

padre Fernando Armellini”Vocazione”

https://youtu.be/5Cyx_220slQ II Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (17/01/2021) Tra i vari titoli che la Bibbia attribuisce a Dio, c’è anche: colui che chiama. Con la sua destra egli distende i cieli, li chiama e, “tutti insieme, essi si presentano” (Is 48,13), ascoltano i suoi ordini e adempiono la loro vocazione, volteggiando nell’universo e cantando le sue lodi: “I cieli …

#PANEQUOTIDIANO, «CONVERTITEVI E CREDETE AL VANGELO»

La Liturgia di Lunedi 11 Gennaio 2021  VANGELO (Mc 1,14-20) COMMENTO:Rev. D. Joan COSTA i Bou  (Barcelona, Spagna) Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone …

DALLA «LETTERA AI CORINZI» DI SAN CLEMENTE I,”IL VERBO DI DIO CHE ABITA I CIELI ALTISSIMI È FONTE DI SAPIENZA”

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente I, papa(Capp. 59, 2 - 60, 4; 61, 3; Funk 1, 135-141)Il Verbo di Dio che abita i cieli altissimi è fonte di sapienza     Gesù Cristo, Figlio diletto di Dio, ci ha chiamati dalle tenebre alla luce, dall'ignoranza allaconoscenza del suo nome glorioso; perché possiamo operare …