padre Ermes Ronchi”Gesù risorto e quell’invito a mangiare assieme a lui”

III Domenica di PasquaAnno B In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano [agli Undici e a quelli che erano con loro] ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto [Gesù] nello spezzare il pane. (...) Egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro …

Luigino Bruni III DOMENICA DI PASQUA (ANNO B) 18 APRILE 2021

III Domenica di Pasqua «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà …

don Lucio D’abbraccio”Impariamo ad essere testimoni credenti del Cristo Risorto”

Commento al Vangelo della III Domenica di Pasqua Anno B (18 aprile 2021) Impariamo ad essere testimoni credenti del Cristo Risorto Il Vangelo di questa terza Domenica del tempo pasquale ci presenta un’ulteriore manifestazione di Gesù risorto ai suoi discepoli. Luca scrive che mentre i discepoli di Emmaus, che erano appena arrivati trafelati a Gerusalemme e …

Don Paolo Zamengo”Parlare con lui ,Parlare di lui”

III Domenica di Pasqua Anche oggi, in questo “primo giorno della settimana”, Gesù Risortocontinua a farsi riconoscere dai suoi, da noi, suoi discepoli, radunatiper “parlare” delle cose che Lo riguardano.L’evangelista Luca colloca questo incontro proprio nel momento incui i suoi discepoli si interrogano e parlano di quanto e di cosa è avvenuto. All’alba, le donne, …

#PANEQUOTIDIANO, «DICEVA COSÌ PER METTERLO ALLA PROVA; EGLI INFATTI SAPEVA QUELLO CHE STAVA PER COMPIERE»

La Liturgia di Venerdi 16 Aprile 2021  VANGELO (Gv 6,1-15) Commento :Rev. D. Antoni CAROL i Hostench Testo del Vangelo (Gv 6,1-15): In quel tempo, Gesù passò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e là si …

DAI «DISCORSI» DI SAN TEODORO STUDITA”LA CROCE DI CRISTO, NOSTRA SALVEZZA”

Dai «Discorsi» di san Teodoro Studita, abate(Disc. sull'adorazione della croce; PG 99, 691-694. 695. 698-699)La croce di Cristo, nostra salvezza     O dono preziosissimo della croce! Quale splendore appare alla vista! Tutta bellezza e tuttamagnificenza. Albero meraviglioso all'occhio e al gusto e non immagine parziale di bene e di male come quello dell'Eden.    …