Tonino Lasconi”Da devoti a discepoli”

XXIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (12/09/2021) Vangelo: Mc 8,27-35 Pregare Gesù per chiedergli la forza di camminargli dietro. La scena è di quelle che non si dimenticano: Pietro prende in disparte Gesù e si mette a rimproverarlo. Cosa ha fatto il Maestro per meritare il rimprovero del discepolo? Aveva «cominciato a insegnare loro che … Continua a leggere Tonino Lasconi”Da devoti a discepoli”

don Roberto Seregni”Dietro a me”

XXIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (12/09/2021) Vangelo: Mc 8,27-35 In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e … Continua a leggere don Roberto Seregni”Dietro a me”

Mons.Nunzio Galantino”SEGUACI DI GESÙ, PER UNA FEDE NARRATA CON LE OPERE”

XXIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (12/09/2021) Vangelo: Mc 8,27-35 Se il vangelo di Marco, nel suo insieme, cerca di rispondere alla domanda “Chi è Gesù?”, il brano odierno va direttamente al cuore della questione. Dall’identità di Gesù, infatti, dipende anche la relazione che bisogna stabilire con lui e le esigenze conseguenti a questa … Continua a leggere Mons.Nunzio Galantino”SEGUACI DI GESÙ, PER UNA FEDE NARRATA CON LE OPERE”

Don Paolo Scquizzato “La gente, chi dice che io sia”

XXIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (12/09/2021) Vangelo: Mc 8,27-35 «La gente, chi dice che io sia?» domanda Gesù ai suoi. Ciascuno risponde a suo modo: per molti Gesù è o un fantasma o un morto. Elia, i profeti, Giovanni il Battista erano infatti già tutti cadaveri da un pezzo. Ora Gesù vuole la … Continua a leggere Don Paolo Scquizzato “La gente, chi dice che io sia”

#PANEQUOTIDIANO, «OGNI ALBERO SI RICONOSCE DAL SUO FRUTTO»

La Liturgia di Sabato 11 Settembre 2021 VANGELO (Lc 6,43-49) Commento :P. Raimondo M. SORGIA Mannai OP (San Domenico di Fiesole, Florencia, Italia) In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:«Non vi è albero buono che produca un frutto cattivo, né vi è d’altronde albero cattivo che producaun frutto buono. Ogni albero infatti si riconosce dal … Continua a leggere #PANEQUOTIDIANO, «OGNI ALBERO SI RICONOSCE DAL SUO FRUTTO»

DAI «DISCORSI» DI SANT’ATANASIO”LA RISURREZIONE E LA VITA NUOVA”

Dai «Discorsi» di sant'Atanasio, vescovo(Disc. sull'Incarnazione del Verbo, 10; PG 25, 111-114)La risurrezione e la vita nuova Dio, Verbo del sommo Padre, non abbandonò la natura degli uomini che andava alla deriva, macon l'offerta del proprio corpo annientò la morte, in cui era incappata, fugò l'ignoranza con il suo ammaestramento, e rinnovò tutte le cose … Continua a leggere DAI «DISCORSI» DI SANT’ATANASIO”LA RISURREZIONE E LA VITA NUOVA”