Alessandro Cortesi Commento TRENTADUESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

1Re 17,10-16; Eb 9,24-28; Mc 12,38-44 In Israele la condizione di essere vedova era indicata come una delle realtà più fragili insieme a quella dello straniero e dell’orfano. Ma proprio questi tre gruppi sono nominati insieme nel Primo Testamento quando si parla dell’agire di Dio, perché Dio si preoccupa del forestiero, dell’orfano e della vedova …

Don Paolo Scquizzato Commento XXXII Domenica del Tempo Ordinario

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (07/11/2021) Vangelo: Mc 12,38-44 Nel Tempio di Gerusalemme, luogo preposto all’unione con Dio, occorreva pagare un tributo per poterci entrare. Il do ut des di ogni religione: io ti do e tu mi dai.A capo della casta religiosa del tempo di Gesù – tutta dedita a cantare i salmi e …

P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento TRENTADUESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

TRENTADUESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO 1Re 17,10-16; Sal 145; Eb 9,24-28; Mc 12 38-44 Bisogna subito liberare il testo dell’Evangelo di oggi da ogni pessima aura di moralismo, da ogni tono di “bell’esempio”; non è una lezione sulla generosità, non un elogio di una donna povera, ma generosa! Non è un incitamento a fare beneficenza! …

don Lucio D’abbraccio “Questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri”

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (07/11/2021) Vangelo: Mc 12,38-44 Questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri Nel Vangelo abbiamo ascoltato che Gesù nel suo insegnamento diceva alla folla: «Guardatevi dagli scribi». Può sembrare una condanna verso questa categoria di persone, ma in realtà non lo è perché il Maestro …

#PANEQUOTIDIANO, «CHI È FEDELE IN COSE DI POCO CONTO, È FEDELE ANCHE IN COSE IMPORTANTI»

La Liturgia di Sabato 6 Novembre 2021  VANGELO (Lc 16,9-15) Commento:Rev. D. Joaquim FORTUNY i Vizcarro (Cunit, Tarragona, Spagna)In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli: «Fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché,quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nelle dimore eterne.Chi è fedele in cose di poco conto, è fedele anche in cose importanti; …

DAL TRATTATO «SUL BENE DELLA MORTE» DI SANT’AMBROGIO”PORTIAMO SEMPRE E DOVUNQUE LA MORTE DI CRISTO

Dal Trattato «Sul bene della morte» di sant'Ambrogio, vescovo(Capp. 3, 9; 4, 15; CSEL 32, 710. 716-717)Portiamo sempre e dovunque la morte di Cristo     Dice l'Apostolo: «Il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo» (Gal 6, 14). Inoltre,perché sappiamo che anche vivendo possiamo avere una morte, ma buona però, …