padre Ermes Ronchi Sorpresi da Gesù: «Mi ami più di tutti?»

(Letture: Atti degli Apostoli 5,27b-32.40b-41; Salmo 29; Apocalisse 5,11-14; Giovanni 21,1-19) (...) Quando già era l'alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e …

P. Gaetano Piccolo S.J. Commento III Domenica di Pasqua (Anno C)

III Domenica di Pasqua (Anno C) (01/05/2022) Vangelo: Gv 21,1-19 «Se mi ami, non pensare a pascere te stesso, ma pasci le mie pecore, come mie, non come tue; cerca in esse la mia gloria, non la tua; il mio dominio, non il tuo; il mio guadagno e non il tuo», Sant’Agostino, Omelia 123, 5 Fallimenti L’esperienza …

Battista Borsato “Unità  e  differenza”

III Domenica di Pasqua (Anno C) (01/05/2022) Vangelo: Gv 21,1-19 Dopo questi fatti, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Didimo, Natanaele di Cana di Galilea, i figli di Zebedeo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: “Io vado …

P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento III Domenica di Pasqua (Anno C)

III Domenica di Pasqua (Anno C) (01/05/2022) Vangelo: Gv 21,1-19 Pagina carica di suggestioni e di luce questo capitolo ventunesimo dell’Evangelo di Giovanni che in questa domenica risuona nelle nostre assemblee.             Inizia tutto in una notte infeconda che si apre ad un’alba in cui si fa chiara una presenza: «All’alba Gesù stette sulla riva»; è …

#PANEQUOTIDIANO, «PERCHÉ HAI NASCOSTO QUESTE COSE AI SAPIENTI E AI DOTTI E LE HAI RIVELATE AI PICCOLI»

 La Liturgia di Venerdì 29 Aprile 2022  VANGELO (Mt 11,25-30) Commento:P. Raimondo M. SORGIA Mannai OP (San Domenico di Fiesole, Florencia, Italia) In quel tempo, Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e aidotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché …

DAL «DIALOGO DELLA DIVINA PROVVIDENZA» DI SANTA CATERINA DA SIENA,”HO GUSTATO E VEDUTO”

Dal «Dialogo della Divina Provvidenza» di santa Caterina da Siena, vergine(Cap. 167, Ringraziamento alla Trinità; libero adattamento; cfr. ed. I. Taurisano, Firenze, 1928, II, pp. 586-588)Ho gustato e veduto     O Deità eterna, o eterna Trinità, che, per l'unione con la divina natura, hai fatto tanto valere il sangue del tuo Unigenito Figlio! Tu, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: