P. Gaetano Piccolo S.J. Commento V Domenica del Tempo di Pasqua – Anno C

V Domenica di Pasqua (Anno C)  (15/05/2022) Vangelo: Gv 13,31-35 «Eravate invecchiati infatti, per me non costituivate ancora una casa, eravate giacenti sotto le vostre macerie. Perciò, per essere tratti fuori dal cumulo annoso della vostra rovina,  amatevi gli uni gli altri». Sant’Agostino, Discorso 336,1 Più potenti o più inermi? Ogni struttura nel tempo tende a consolidarsi, non sempre …

P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento QUINTA DOMENICA DI PASQUA

V Domenica di Pasqua (Anno C)  (15/05/2022) Vangelo: Gv 13,31-35  La gloria!             Credo che i cristiani ne abbiano una visione distorta! Si usa questa parola come un “applauso” a Dio ... come qualcosa da aggiungere a Dio! La gloria è, in realtà, alla lettera, il “peso che Dio ha”! È il “peso” che noi gli riconosciamo, che …

Don Paolo Zamengo”L’amore anche per Giuda”

V Domenica di Pasqua (Anno C)  (15/05/2022) Vangelo: Gv 13,31-35 Il sentiero tracciato e proposto da Gesù, nella notte dell’ultima cena, è decisamente tutto in salita. “Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri”. Ma non è un ordine perché …

Battista Borsato “Lasciarsi amare”

V Domenica di Pasqua (Anno C)  (15/05/2022) Vangelo: Gv 13,31-35 Quando fu uscito, Gesù disse: “Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete …

#PANEQUOTIDIANO ( IO SONO LA VIA, LA VERITÀ E LA VITA. NESSUNO VIENE AL PADRE SE NON PER MEZZO DI ME)

La Liturgia di Venerdi 13 Maggio 2022 VANGELO (Gv 14,1-6) Commento:Rev. D. Josep Mª MANRESA Lamarca (Valldoreix, Barcelona, Spagna) In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio eabbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei …

DALLA «LETTERA AI CORINZI» DI SAN CLEMENTE I,”MOLTE SONO LE MEMBRA, UNO IL CORPO”

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente I, papa(Capp. 36, 1-2; 37-38; Funk, 1, 145-149)Molte sono le membra, uno il corpo    Carissimi, la via, in cui trovare la salvezza, è Gesù Cristo, sacerdote del nostro sacrificio, difensore e sostegno della nostra debolezza.    Per mezzo di lui possiamo guardare l'altezza dei cieli, per lui …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: