Alessandro Cortesi Commento XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (10/07/2022) Vangelo: Lc 10,25-37  Betania, villaggio vicino Gerusalemme, luogo di passaggio. Lì Gesù trovava accoglienza presso la casa di amici: Lazzaro, Marta, Maria. Betania è luogo di amicizia vissuta, di sosta e di riposo: è casa laddove si respira aria di accoglienza delicata e benvolere. Gesù ha sperimentato nella sua …

Laura Paladino “Essere fecondi grazie all’intimità con Dio”

XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (10/07/2022) Vangelo: Lc 10,25-37  Marta disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto …

don Sandro De Gasperi “L’incontro prima delle cose da fare”

XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (10/07/2022) Vangelo: Lc 10,25-37  Siamo poco abituati a perdere tempo: le nostre lamentele, generalmente, si concentrano su quello che non funziona e che non ci permette di risolvere i nostri problemi lavorativi, familiari o di salute con sufficiente velocità. Siamo umani veloci: bisogna fare tutto, bisogna fare presto, bisogna fare …

suor Chiara Curzel “Cercando la parte migliore”

XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (10/07/2022) Vangelo: Lc 10,25-37  In questa XVI domenica del Tempo Ordinario ci fermiamo con Gesù a casa di Marta e Maria e siamo chiamati a ripensare la nostra relazione con lui: Lc 10,38-42. In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome …

#PANEQUOTIDIANO,«DI UNA COSA SOLA C’È BISOGNO»

La Liturgia di Domenica 17 Luglio 2022 VANGELO (Lc 10,38-42) Commento:Rev. D. Bernat GIMENO i Capín (Barcelona, Spagna) In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. …

DALLA «LETTERA AI CRISTIANI DI MAGNESIA» DI SANT’IGNAZIO DI ANTIOCHIA,”NON BASTA ESSERE CHIAMATI CRISTIANI, MA BISOGNA ESSERLO DAVVERO”

Dalla «Lettera ai cristiani di Magnesia» di sant'Ignazio di Antiochia, vescovo e martire(Intr.; Capp. 1, 1 - 5, 2; Funk 1, 191-195)Non basta essere chiamati cristiani, ma bisogna esserlo davvero     Ignazio, detto anche Teoforo, alla chiesa benedetta dalla grazia di Dio Padre, in Cristo Gesù nostro Salvatore: in lui saluto questa chiesa che …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: