padre Ermes Ronchi “Attenzione agli invisibili Vi si rifugia l’eterno”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In quel tempo Gesù disse ai farisei: «C'era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che …

P. Gaetano Piccolo S.J. “L’inferno di tutti i giorni”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 «Adesso il mondo è come un frantoio, si trova nelle tribolazioni; se quindi tu sei morchia, vai a finire nelle fogne; se invece sei olio, rimani nell’anfora», Sant’Agostino, Discorso 113/A, 11 L’inferno di tutti i giorni Di solito, nelle conversazioni serie, diciamo che è difficile rappresentarci l’inferno o …

Battista Borsato “L’indifferenza e’ il vero peccato”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In quel tempo c‘era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ognigiorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto dipiaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma …

Don Paolo Zamengo “Metabolismo da ricchi”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Tra le due parabole, quella della scorsa domenica, la paraboladell'amministratore astuto e questa del ricco e del povero Lazzaro, c'è unaosservazione dell’evangelista Luca: "I farisei che erano attaccati al denaro,ascoltavano tutte queste cose e si burlavano di lui”. Noi, forse , non arriviamo al punto di …

#PANEQUOTIDIANO,«LE FOLLE, CHI DICONO CHE IO SIA? MA VOI, CHI DITE CHE IO SIA?»

La Liturgia di Venerdi 23 Settembre 2022  VANGELO (Lc 9,18-22) Commento:Rev. D. Pere OLIVA i March (Sant Feliu de Torelló, Barcelona, Spagna) Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loroquesta domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri …

DALLE LETTERE DI SAN PIO DA PIETRELCINA,”PIETRE DELL’ETERNO EDIFICIO”

Dalle lettere di san Pio da Pietrelcina, sacerdote(Edizione 1994: II, 87-90, n. 8).Pietre dell'eterno edificio     Con ripetuti colpi di salutare scalpello e con diligente ripulitura l'Artista divino vuole preparare lepietre con le quali costruire l'edificio eterno. Così canta la nostra tenerissima madre, la santa Chiesa Cattolica, nell'inno dell'ufficio della dedicazione della chiesa. E …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: