P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento TRENTADUESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (06/11/2022) Vangelo: Lc 20,27-38 La morte: la grande contraddizione. L’orrore che fa da muro ad ogni nostra presunzione, la diga che argina ogni nostra autosufficienza, la domanda che cerca instancabilmente un senso alla storia ed alle nostre piccole storie.             Gesù, nel passo dell’Evangelo di questa domenica, viene sfidato proprio sul …

don Lucio D’abbraccio “Dio non è dei morti, ma dei viventi!”

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (06/11/2022) Vangelo: Lc 20,27-38 Siamo ormai vicini al termine dell’anno liturgico e la liturgia ci sollecita a pensare alla realtà ultima, all’aldilà. Alcuni apertamente dicono che l’aldilà non esiste: se realmente l’aldilà non esiste, allora la vita è frutto del caso; la virtù è una fatica inutile; lo scopo della …

padre Ermes Ronchi “Non è la vita che vince la morte, ma l’amore”

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (06/11/2022) Vangelo: Lc 20,27-38 Sono gli ultimi giorni di Gesù. I gruppi di potere, sacerdoti, anziani, farisei, scribi, sadducei sono uniti nel rifiuto di quel rabbì di periferia, sbucato dal nulla, che si arroga il potere di insegnare, senza averne l'autorità, senza nessuna carta in regola, un laico qualsiasi. Lo …

P. Gaetano Piccolo S.J. Commento XXXII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

XXXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (06/11/2022) Vangelo: Lc 20,27-38 «Quando dico: Ho il potere di dare la vita, sono il tuo aiuto. Quando dico: L’anima mia è triste fino alla morte, sono il tuo specchio». Sant’Agostino, Discorso 375/B, 3 La meditazione sulla morte Una lunga tradizione spirituale ha considerato la meditazione sulla morte come una fonte di ispirazione per …

#PANEQUOTIDIANO, «I FIGLI DI QUESTO MONDO SONO PIÙ SCALTRI DEI FIGLI DELLA LUCE»

La Liturgia di Venerdì 4 Novembre 2022 VANGELO (Lc 16,1-8) Commento:Mons. Salvador CRISTAU i Coll Vescovo Auxiliare de Terrassa (Barcelona, Spagna) In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli:«Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi.Lo chiamò e gli disse: “Che cosa sento dire di te? …

DAL DISCORSO TENUTO DA SAN CARLO, VESCOVO, NELL’ULTIMO SINODO”VIVERE LA PROPRIA VOCAZIONE

Dal Discorso tenuto da san Carlo, vescovo, nell'ultimo Sinodo(Acta Ecclesiae Mediolanensis, Milano 1599, 1177-1178)Vivere la propria vocazione     Tutti siamo certamente deboli, lo ammetto, ma il Signore Dio mette a nostra disposizione mezzitali che, se lo vogliamo, possiamo far molto. Senza di essi però non sarà possibile tener fede all'impegno della propria vocazione.    …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: