ENZA RICCIARDI” Se aveste fede…”

XXVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (02/10/2022) Vangelo: Lc 17,5-10 La fede sradica. La fede trapianta e rigenera. Un albero nel mare. La croce in Paradiso. La morte nella vita. Le fede rende visibile ciò che non si vede. Perché è ipostasi, che sta sotto e dà sostegno, il cuore della realtà. La sostanza che le …

ENZA RICCIARDI “La scelta del Posto”

XXII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (28/08/2022) Vangelo: Lc 14,1.7-14  L’ultimo posto è il più vicino al cielo. Una voce. «Amico, vieni più in alto. Sali più su» (Lc 14, 11). Un passo. Ed è già Paradiso. L’ultimo posto. Il novissimus locus. L’eskatos topos da cui si respira il profumo escatologico della realtà senza fine. Non è il posto …

ENZA RICCIARDI “Più in alto”

XVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (24/07/2022) Vangelo: Lc 11,1-13 All’eterno dal tempo. In questa direzione si muovono i secoli. Trascinati dalla forza inarrestabile della preghiera. Al centro della Trinità c’è il volto di un uomo. La nostra effige, dice Dante. Al centro della storia quel volto ha i tratti di un uomo che prega. Un homo orans. …

ENZA RICCIARDi “Amore spezzato”

Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (Anno C) (19/06/2022) Vangelo: Lc 9,11-17 La fame è desiderio di vita. Incontenibile movimento verso la pienezza. Cinquemila uomini. Dodici apostoli. Un Dio. Un solo corpo. Attraversato dalla stessa fame. Possono bastare cinque pani e due pesci per saziare un corpo soltanto. Sebbene immenso quanto lo scorrere dei secoli. Può bastare …

ENZA RICCIARDI “Così amatevi anche voi”

V Domenica di Pasqua (Anno C)  (15/05/2022) Vangelo: Gv 13,31-35  Cala il buio sull’ultima cena. Ma nel Cenacolo si continua a parlare d’amore. Giuda è uscito nelle sue tenebre. Ed era notte. Ma attorno a Gesù gli occhi restano spalancati sulla gloria di Dio. Il piombo del tradimento scende a soffocare l’umanità. A schiacciarla con il suo …

ENZA RICCIARDI “La porta contro la quale urta il Male”

Solenne inizio della Quaresima Gl 2,12-18; Sal 50; 1Cor 5,20-6, 2; Mt 6,1-6.16-18 La porta dell’inferno dantesco dice di sé: «Fecemi la divina potestate/la somma sapienza e il primo amore». Nell’eternità c’è una porta. Fatta di Potenza, Sapienza e Amore. Contro la quale il male urta senza sosta con il suo movimento contrario e stridente. …

ENZA RICCIARDI “L’unica parola che resta”

IV Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (30/01/2022) Vangelo: Lc 4,21-30 Impleta est. La scrittura è compiuta. Oggi. In auribus vestris. Nei vostri orecchi. Come la figura nell’interpretazione allegorica. Quando è impleta raccoglie, riunisce, ricompone e rinnova tutti i livelli di significato a partire da quello storico-letterale e li porta a compimento. E Cristo è figura impleta di tutta la Scrittura. In …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: