DAL TRATTATO «IL REGNO DI GESÙ» DI SAN GIOVANNI EUDES,​I MISTERI DI CRISTO E LA VITA DELLA CHIESA

Dal Trattato «Il Regno di Gesù» di san Giovanni Eudes, sacerdote(Parte 3, 4; Œuvres complètes, 1, 310-312)​I misteri di Cristo e la vita della Chiesa    Noi dobbiamo sviluppare continuamente in noi e, infine, completare gli stati e i misteri di Gesù. Dobbiamo poi pregarlo che li porti lui stesso a compimento in noi e…

DAL «COMMENTO AL CANTICO DEI CANTICI» DI SAN GREGORIO DI NISSA,”PREGHIERA AL BUON PASTORE”

Dal «Commento al Cantico dei cantici» di san Gregorio di Nissa, vescovo(Cap. 2; PG 44, 802)Preghiera al buon Pastore     Dove vai a pascolare, o buon Pastore, tu che porti sulle spalle tutto il gregge? Quell'unica pecorellarappresenta infatti tutta la natura umana che hai preso sulle tue spalle. Mostrami il luogo del riposo, conducimi…

DAI «DISCORSI» DI SANT’AGOSTINO,”IL CUORE DEL GIUSTO ESULTERÀ NEL SIGNORE”

Dai «Discorsi» di sant'Agostino, vescovo(Disc. 21, 1-4; CCL 41, 276-278)Il cuore del giusto esulterà nel Signore     «Il giusto gioirà nel Signore e riporrà in lui la sua speranza, i retti di cuore ne trarranno gloria» (Sal 63, 11). Questo abbiamo cantato non solo con la voce, ma anche col cuore. Queste parole ha…

DAL «COMMENTO SUI SALMI» DI SANT’AGOSTINO”NON OPPONIAMO RESISTENZA ALLA PRIMA VENUTA PER NON DOVER POI TEMERE LA SECONDA”

Dal «Commento sui salmi» di sant'Agostino, vescovo(Sal 95, 14. 15; CCL 39, 1351-1353)Non opponiamo resistenza alla prima venuta per non dover poi temere la seconda «Allora si rallegreranno gli alberi della foresta davanti al Signore che viene, perché viene a giudicare la terra» (Sal 95,12-13). Venne una prima volta, e verrà ancora in futuro. Questa…

DALL’ENCICLICA «ECCLESIAM DEI» DI PIO XI,”VERSÒ IL SUO SANGUE PER L’UNITÀ DELLA CHIESA”

Dall'Enciclica «Ecclesiam Dei» di Pio XI, papa​(AAS 15 [1923] 573-582)Versò il suo sangue per l'unità della Chiesa    La Chiesa di Dio, per ammirabile provvidenza, fu costituita in modo da riuscire nella pienezza dei tempi come un'immensa famiglia. Essa è destinata ad abbracciare l'universalità del genere umano e perciò, come sappiamo, fu resa divinamente manifesta…

DAI «DISCORSI» DI SAN LEONE MAGNO,”IL SERVIZIO SPECIFICO DEL NOSTRO MINISTERO”

​Dai «Discorsi» di san Leone Magno, papa(Disc. 4, 1-2; PL 54, 148-149)Il servizio specifico del nostro ministero    Tutta la Chiesa di Dio è ordinata in gradi gerarchici distinti, in modo che l'intero sacro corpo sia formato da membra diverse. Ma, come dice l'Apostolo, tutti noi siamo uno in Cristo (cfr. Gal 3, 28). La…

DALLE «CATECHESI» DI SAN CIRILLO DI GERUSALEMME, “​IL SIMBOLO DELLA FEDE”

Dalle «Catechesi» di san Cirillo di Gerusalemme, vescovo(Catech. 5 sulla fede e il simbolo, 12-13; PG 33, 519-523)​Il simbolo della fede    Nell'apprendere e professare la fede, abbraccia e ritieni soltanto quella che ora ti viene proposta dalla Chiesa ed è garantita da tutte le Scritture. Ma non tutti sono in grado di leggere le…

DAL DISCORSO TENUTO DA SAN CARLO, VESCOVO, NELL’ULTIMO SINODO”VIVERE LA PROPRIA VOCAZIONE

Dal Discorso tenuto da san Carlo, vescovo, nell'ultimo Sinodo(Acta Ecclesiae Mediolanensis, Milano 1599, 1177-1178)Vivere la propria vocazione     Tutti siamo certamente deboli, lo ammetto, ma il Signore Dio mette a nostra disposizione mezzitali che, se lo vogliamo, possiamo far molto. Senza di essi però non sarà possibile tener fede all'impegno della propria vocazione.   …

DALLE «OPERE» DI BALDOVINO DI CANTERBURY,”LA PAROLA DI DIO È VIVA ED EFFICACE”

Dalle «Opere» di Baldovino di Canterbury, vescovo(Tratt. 6; PL 204, 451-453)La parola di Dio è viva ed efficace     «La parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio» (Eb 4, 12). Eccoquanto è grande la potenza e la sapienza racchiusa nella parola di Dio! Il testo è…

DAI «DISCORSI CONTRO GLI ARIANI» DI SANT’ATANASIO”LE COSE CREATE PORTANO L’IMPRONTA E L’IMMAGINE DELLA SAPIENZA”

Photo by RAJENDRA DHARASHIVKAR on Pexels.com Dai «Discorsi contro gli Ariani» di sant'Atanasio, vescovo(Disc. 2, 78. 79; PG 26, 311. 314)Le cose create portano l'improntae l'immagine della sapienza     Poiché in noi e in tutte le altre cose si trova l'immagine creata della Sapienza, a ragione la vera eoperante Sapienza, attribuendo a se stessa…

DAL «COMMENTO SUL VANGELO DI GIOVANNI» DI SAN CIRILLO D’ALESSANDRIA,”COME IL PADRE HA MANDATO ME, ANCH’IO MANDO VOI”

Dal «Commento sul vangelo di Giovanni» di san Cirillo d'Alessandria, vescovo(Lib. 12, 1; PG 74, 707-710)Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi     Nostro Signore Gesù Cristo stabilì le guide, i maestri del mondo e i dispensatori dei suoi divinimisteri. Volle inoltre che essi risplendessero come luminari e rischiarassero non soltanto il…

DALLA «LETTERA AI CORINZI» DI SAN CLEMENTE I”DIO È FEDELE ALLE SUE PROMESSE”

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente I, papa(Capp. 24, 1-5; 27, 1 - 29, 1; Funk, 1, 93-97)Dio è fedele alle sue promesse    Consideriamo, o carissimi, come il Signore ci mostri continui esempi della risurrezione futura, della quale ci ha dato una primizia in Gesù Cristo, risuscitandolo dai morti.   Osserviamo la risurrezione che…

DALLA «LETTERA AI CORINZI» DI SAN CLEMENTE I,”NON ANDIAMO CONTRO LA VOLONTÀ DI DIO”

Dalla «Lettera ai Corinzi» di san Clemente I, papa​(Capp. 21, 1 - 22, 5; 23, 1-2; Funk, 1, 89-93)​Non andiamo contro la volontà di Dio      Badate, carissimi, che i benefici di Dio, così grandi e numerosi, non abbiano a convertirsi in condanna per noi, se non viviamo in maniera degna di lui, vale…

DAI «DISCORSI» DI SAN PIETRO CRISÒLOGO”IL VERBO, SAPIENZA DI DIO, SI È FATTO CARNE “

Dai «Discorsi» di san Pietro Crisòlogo, vescovo(Disc. 117; PL 52, 520-521)Il Verbo, Sapienza di Dio, si è fatto carne     Il beato Apostolo ci ha fatto sapere che due uomini hanno dato principio al genere umano, cioè Adamo e Cristo. Due uomini uguali riguardo al corpo, ma diversi per merito. Somigliantissimi nelle membra, ma quanto…

DALLA «LETTERA A PROBA» DI SANT’AGOSTINO, “LO SPIRITO INTERCEDE PER NOI”

Dalla «Lettera a Proba» di sant'Agostino, vescovo(Lett. 130, 14, 27 - 15, 28; CSEL 44, 71-73)Lo Spirito intercede per noi Chiunque chiede al Signore un'unica cosa e quella sola cerca di ottenere (cfr. Sal 26, 4), chiede concertezza e sicurezza e non teme che gli possa nuocere quando l'ha ottenuta. Ma, senza di essa, nulla…

DALLA «LETTERA A PROBA» DI SANT’AGOSTINO, “NON TROVERAI NULLA CHE NON SIA GIÀ CONTENUTO IN QUESTA PREGHIERA”

Dalla «Lettera a Proba» di sant’Agostino, vescovo(Lett. 130, 12, 22 – 13, 24; CSEL 44, 65-68)Non troverai nulla che non sia già contenutoin questa preghiera    Chi dice: «Come ai loro occhi ti sei mostrato santo in mezzo a noi, così ai nostri occhi mostrati grande fra di loro» (Sir 36, 3) e: I tuoi…

DALLE «OMELIE SUI VANGELI» DI SAN GREGORIO MAGNO, “SENSO DI RESPONSABILITÀ NEL MINISTERO”

Dalle «Omelie sui vangeli» di san Gregorio Magno, papa(Om. 17, 3. 14; PL 76, 1139-1140. 1146)Senso di responsabilità nel ministero     Sentiamo cosa dice il Signore nell'inviare i predicatori: «La messe è molta, ma gli operai sonopochi! Pregate dunque il padrone della messe, perché mandi operai per la sua messe!» (Mt 9, 37-38).   …

DAL «PRIMO COMMONITORIO» DI SAN VINCENZO DI LERINS,”LO SVILUPPO DEL DOGMA”

Dal «Primo Commonitorio» di san Vincenzo di Lerins, sacerdote(Cap. 23; PL 50, 667-668)Lo sviluppo del dogma     Qualcuno forse potrà domandarsi: non vi sarà mai alcun progresso della religione nella Chiesa diCristo? Vi sarà certamente e anche molto grande.    Chi infatti può esser talmente nemico degli uomini e ostile a Dio da volerlo…

DAL «PROLOGO AL COMMENTO DEL PROFETA ISAIA» DI SAN GIROLAMO”L’IGNORANZA DELLE SCRITTURE È IGNORANZA DI CRISTO”

Dal «Prologo al commento del Profeta Isaia» di san Girolamo, sacerdote(Nn. 1. 2; CCL 73, 1-3)L'ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo     Adempio al mio dovere, ubbidendo al comando di Cristo: «Scrutate le Scritture» (Gv 5, 39), e:«Cercate e troverete» (Mt 7, 7), per non sentirmi dire come ai Giudei: «Voi vi ingannate,…

DALLE «OMELIE SUI VANGELI» DI SAN GREGORIO MAGNO”L’APPELLATIVO «ANGELO» DESIGNA L’UFFICIO, NON LA NATURA “

Dalle «Omelie sui vangeli» di san Gregorio Magno,papa (Om. 34, 8-9; PL 76, 1250-1251)L’appellativo «angelo» designa l’ufficio,non la natura    È da sapere che il termine «angelo» denota l’ufficio, non la natura. Infatti quei santi spiriti della patria celeste sono sempre spiriti, ma non si possono chiamare sempre angeli, poiché solo allora sono angeli, quando per…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: