don Marco Pozza “Non erano mai contenti”

OMELIA III domenica Tempo Ordinario. Anno B Da distante parevano insoddisfatti: “Non son mai contenti, con tutto quello che hanno” diceva la gente. Nel porticciolo di Cafarnao le reti erano piene, gli affari gongolavano, la loro cooperativa andava a gonfie vele. Fondata dal padre Zebedeo, erano già nella seconda generazione: pescare era il loro trabattare …

don Marco Pozza Onde (non) evitare

II Domenica Tempo Ordinario “B” – 17 Gennaio 2021 Dev'essere andata più o meno così, quella volta, dal momento che tanti di loro erano pescatori di professione: molte persone vanno a pescare tutta la vita senz'accorgersi che non è il pesce che stanno cercando. Poi, nel battibaleno di un istante - «erano le quattro del pomeriggio» - …

don Marco Pozza”Tu (non) sei la brutta-copia di qualcuno”

Battesimo del Signore (Anno B) - 10 gennaio 2021 Il cugino scalmanato l'aveva detto in tutte le lingue: «Viene dopo di me colui ch'è più forte di me». Pochi ci credettero, forse pochi si immaginavano uno ancora più scalmanato come profeta. Invece apparve, e quando apparve fu una annunciazione tripla rispetto a quella fatta alla Madre …

don Marco Pozza”La Straniera ha partorito!”

NATALE DEL SIGNORE  Un grido si è levato nella notte: “La Straniera ha partorito!” L'hanno sentito patire mia Madre. Non se l'aspettavano, anche se molti dicevano d'attendermi, ma alla nascita di un bambino la terra non sarà mai pronta. Figurarsi alla (ri)nascita di Dio: è per rinascere, però, che siamo nati. Da parte mia, mi …

don Marco Pozza”La Gesuina”

IV domenica di Avvento (Luca 1, 26-38) Chissà quante volte Dio, prima d'allora, sarà rimasto chiuso fuori dai sogni dell'uomo, aspettando che lo lasciasse entrare. Satàn, farabutto, l'ha combinata grossa: ha sparso voce che Dio fosse irraggiungibile, che fosse con la testa tra le nuvole, ignaro delle sorti dell'umanità. L'uomo, nel tempo, diede un po' …

don Marco Pozza”Io (non) sono Dio”

III Domenica di Avvento - 13 dicembre 2020 Insisteva nel dire di no perchè voleva a tutti i costi dire di sì:diceva no a se stesso - «Io non sono il Cristo (…) Non lo sono (…) No (...)» - per dire di sì ad un'altra persona, all'Altro che contava per davvero: «In mezzo a voi sta uno». Il Battista, delle quattro operazioni della matematica, ama la …

don Marco Pozza”Pazzo scatenato”

SECONDA DOMENICA DI AVVENTO In paese, se solo avessero potuto, l'avrebbero incatenato in un manicomio: “Costui è tutto matto!” dicevano quando lo incontravano. Il suo menù preferito - «cavallette e miele selvatico» - solo al pensiero faceva vomitare. Per non parlare poi dei vestiti: «Peli di cammello», con una cintura di pelle a tenerli in ordine! Fu la …

don Marco Pozza”RiparTiamo”

Commento al Vangelo della I Domenica di Avvento Anno B  Il Dio cristiano pare abbia seri problemi di memoria, che sia affetto da una rarissima forma di amnesia cronica. Somiglia ad una madre, quella smemorata, ch'è sempre pronta a gettare sul tavolo, (ri)giocandolo ogni volta, il verbo tipico della dimenticanza: “RiparTiamo”. Coniugato così, alla prima persona plurale, …

don Marco Pozza”Dio (non) ti manda all’inferno”

Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo 2020 Torna a sedere, per un attimo, sui banchi di scuola. Pensa: c'era qualcosa di più odioso che vedere entrare in aula l'insegnante – quello che il giorno prima aveva rassicurato tutti dicendo che l'indomani avrebbe proseguito con il programma (dunque “oggi non si studia, evvai!”, hai …

don Marco Pozza”don Marco Pozza”

XXXIII TEMPO ORDINARIO La paura (t)remava contro al terzo servo. Gli tremava così contro che, una volta partito il suo padrone, decise di non giocarsi la sua percentuale di sogno a disposizione, tutto preso com'era dal digerire le sue paure. Poteva apparire ingiusto il comportamento del padrone - «A uno diede cinque talenti, a un altro …

don Marco Pozza”Il ritardo dell’ora esatta”

Il ritardo dell'ora esattaXXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 8 novembre 2020don Marco Pozza La vera sorpresa, in realtà, è vedere accadere ciò che si sperava: l'amore che bussa alla porta. Un agguato di sorpresa, appunto: l'amore deve cogliere la realtà di sorpresa, altrimenti che amore è? Qualora, un giorno, provocasse del dolore, quella sofferenza …

don Marco Pozza Beati (domani) i non-raccomandati

Tutti i Santi Il piacere è animale, la felicità umana, la beatitudine divina: «Beati voi (…) perchè» annuncia Cristo mentre ridiscende dalla cima coi Dodici appresso. Ha parlato loro in gran segreto – il segreto delle cose intime, confidate, bisbigliate – e ora parla a gran voce alla folla: per parlare ai cuori è nato e venuto …

don Marco Pozza “La rottura di Dio”

XXX TEMPO ORDINARIO – 25 ottobre 2020 Ancora una sfida, fiorita sul terreno di una sfida appena perduta: «I farisei, avendo udito che aveva chiuso la bocca ai sadducei». Orgogliosi fino all'osso: il Maestro è diventato l'oggetto del desiderio. La partita la vincerà chi riuscirà a metter nel sacco l'Invincibile: «Si riunirono insieme (…) per metterlo alla …

don Marco Pozza”È lecito o no indossare la mascherina, Rabbì?”

XXIX TEMPO ORDINARIO – 18 ottobre 2020 La risposta sovente dipende dalla domanda: a domanda mal posta, capita di falsare la risposta. Così è della premessa del Vangelo di questa domenica: «I farisei tennero consiglio per veder come cogliere in fallo Gesù». Non è curiosità la loro, è la più trasparente forma d'imbecillità: siccome non han …

don Marco Pozza”L’appetito di Te”

XXVIII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (11/10/2020) A stomacare il Re, alla fine, non fu tanto il fatto che gli invitati alle nozze gli rifiutarono la loro presenza. Il suo cuore si rattristò per le bugie con le quali tentarono di giustificare quel rifiuto: chi un affare da concludere, chi un bue appena comprato …

don Marco Pozza”Appropriazione indebita di vigna”

XXVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) Erano dei semplici amministratori. Poi, una mattina, si son svegliati con un sogno sconfinato: diventare padroni a tutti gli effetti. La qual cosa, badate bene, non è affatto cagione di paternale a priori: a chi non piace, raggiunta una vetta, tentarne un'altra? Loro, però, han tentato di intestarsi …

don Marco Pozza”Gli dico di sì e poi me ne sbatto”

Vangelo della XXVI Domenica del Tempo ordinario Che me ne faccio di un bravo ragazzo? - riflettè il Cristo – E se fosse tutta una facciata?” Come quelle case finte che hanno solo la facciata, mai finite per mancanza di quattrini: l'ingresso è degno d'essere l'ingresso d'una reggia, ma le stanze dentro sono più squallide …

don Marco Pozza”Portami a vendemmiare con te”

XXV DomenicaTempo Ordinario - Anno A Non era fancazzismo il loro, ma il semplice fatto che dopo avere risposo loro “Vi faremo sapere!”, erano scomparsi tutti. Avevano trascorso giorni a bussare alla porta delle aziende per consegnare il loro curriculum: quel giorno, l'ennesimo di chissà quanti, si erano un po' demoralizzati. La gente che li vedeva …

don Marco Pozza”L’illusione di un pes(c)catore come me”

XXIV domenica tempo ordinario – anno A – 2020 Il fatto è che perdoniamo tutto a noi stessi e poco o nulla agli altri. Pietro è voce-collettiva di fronte al Maestro: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte». Quel numero, sette-volte, detto d'impeto e d'anticipo …

don Marco Pozza”Guadagnare riparando”

OMELIA XXIII domenica del Tempo Ordinario. Anno A “Aggiustare” è verbo di riparazione, viene dopo una rottura, rievoca la più bella manovra umana: quella di pronto-soccorso. E' un verbo che piace a pochi: troppo gravoso, è un verbo flemmatico, anticipazione d'infinita pazienza. Meglio un tutto-nuovo, da eliminare in fretta: ormai non si ha manco più …