don Marco Pozza”Il pane e le brioches”

XVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (25/07/2021) Vangelo: Gv 6,1-15 La soluzione era dietro l'angolo, ma ai discepoli pareva d'esser dentro una rotatoria: «Duecento denari di pane non son sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo», risposero al Cristo gli amici più fidati quando, un dì, domandò come potesse fare per riuscir a sfamare quella ciurma …

don Marco Pozza “Stanchezza e tristezza”

XVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (18/07/2021) Vangelo: Mc 6,30-34 Rincasano dopo uno dei primi viaggi di lavoro e te li ritrovi riuniti attorno al Maestro a raccontarGli l'accaduto: briefing, confidenze, indicazioni. E Cristo, da parte sua, li ascolta, li stimola forse con dei cenni soddisfatti, adora sentire i racconti degli amici, amici che sono appena tornati …

don Marco Pozza”Allenarsi all’insuccesso”

XV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (11/07/2021) Vangelo: Mc 6,7-13 Il tirocinio è finito. Fine dell'apprendistato accanto al Cristo: a volte le cose buone devono finire perchè le cose migliori abbiano inizio. Sia chiaro: fosse per loro, i Dodici amici (pre)scelti del Rabbì, nessuno li schioderebbe da dove sono. Il fatto è un altro, chi tra …

don Marco Pozza “Prego, si accomodi (fuori)”

XIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (04/07/2021) Vangelo: Mc 6,1-6 Fu il giorno del grande ritorno: l'amico, divenuto famoso in terre straniere, torna al suo paese natìo. Capitano d'una squadra d'assaltatori – ai quali è stata mutata la destinazione d'uso del mestiere: pescatori d'uomini e non più di pesci – torna a Nazareth con tutto l'armamentario …

don Marco Pozza”Cristo ha l’agenda piena (di cambi-programma)”

XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – 27 giugno 2021 Cambio programma improvviso. Adesso che dopo la grande attraversata ha il potere in mano, il pieno potere nelle sue mani - «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?» - Cristo mostra ai discepoli quant'è potente la sua potenza. Capita il contrario di …

don Marco Pozza”Ancora a pensare che Dio ci voglia morti”

XII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)  (20/06/2021) Vangelo: (Mt 8:18-27) Chiedete tutto alla Chiesa, chiedetele di tutto, ma non chiedetele di cambiare: la prospettiva, una strada, le traiettorie. È troppo grande il panico d'abbandonare il certo a scapito dell'incerto, di tradire la sicurezza della schiavitù per abbracciare il rischio della libertà. Cristo, quand'era quaggiù, gliel'avrà pur …

don Marco Pozza”Lo zigzagare costretto di Dio”

11a Domenica del Tempo Ordinario – Anno BMarco 4,26-34 Meno male che l'ha chiarito Dio, togliendoci superbia e angoscia: superbia d'essere noialtri gli artefici del Regno, angoscia d'esser noi i realizzatori (finali) della sua costruzione. Più chiaro di così! «Dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce». Come dire: una volta …

don Marco Pozza”Tre cuori come capanna”

Santissima Trinità (Anno B) (30/05/2021) Vangelo: Mt 28,16-20 Niente da fare: gli Undici – gli antenati dei cristiani d'ogni tempo – non sono proprio capaci di gioire. La Croce dev'essere stata una mattanza così deleteria se nemmeno i cinquanta giorni d'apparizione del Risorto e lo Spirito Santo sono riusciti a togliere in loro l'amarezza di …

don Marco Pozza”Pronti, attenti, indietro”

Pentecoste At 2, 1-11,  Gv 15, 26-27; 16, 12-15 Nell'istante dell'ascensione in cielo, agli amici Cristo tolse le rotelle dal triciclo: “E' ora d'imparare ad andare per strada da soli. Se non parto, non crescerete mai!” Non mancarono mugugni, lamentele e smorfie dettati più dalla paura di non farcela, senza più l'Amico-stampella, che dalla poca …

don Marco Pozza”Cristo toglie le rotelle al triciclo”

ASCENSIONE DEL SIGNORE – 16 maggio 2021 Il rischio, anzi la grande tentazione – la più grande di tutte le tentazioni – se la teneva bene impressa in mente Cristo: era quella che gli amici, i pavidi fuggiaschi del venerdì santo, vivessero a rimorchio di Lui per tutta la vita. Che usassero Dio come una …

don Marco Pozza “Marco, tra noi è (in)finita”

VI Domenica di Pasqua/B – 9 maggio 2021 Quanto pagherei, certe sere, poter scambiare due parole con fratel Giuda, meglio noto come Il traditore. Però, fatti bene tutti i conti, non nacque traditore: capitò che, impiccatosi, la storia l'accusasse a posteriori del reato (morale) di tradimento. Non è la stessa cosa: un conto è l'errore, tutt'altra …

don Marco Pozza”Chi non fa luce è pregato di non fare ombra”

Per prima cosa, in vita sua, ha fatto l'unica cosa che si sentiva in dovere di fare, che è quella di costruire tutte le vie di fuga. Un giorno chiese, senza mezzi termini, se avessero voluto andarsene anche gli amici: in un altro, era venerdì, piantò croce e petto sulla cima della montagna perchè capissero …

don Marco Pozza”L’intoccabile chiede d’essere toccato”

III domenica di Pasqua – anno B – 2021 Ritorna dagli amici vestito da spiga, Lui che se n'era andato via vestito da chicco di grano. E' il medesimo, l'identica persona, lo stesso gigantesco Amore: lo aveva (pre)detto che «se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane da solo; se invece muore, produce …

don Marco Pozza”Ferite da lucidare”

Commento al Vangelo della II Domenica di Pasqua Anno B (11 aprile 2021) Per innamorarsi ci vuole coraggio, ma per ritornare indietro e riparare quello che si è rotto ce ne vuole molto di più: “Fà niente, fatti forza – confida Cristo al suo cuore bambino -. Questo era il rischio d'andarsene, lo sapevi: quando ritorni, …

don Marco Pozza”Silenzio per cena. Ovverosia del Sabato Santo”

PASQUA DI RISURREZIONE Sotto la croce quattro matti in cerca di gloria. Pronti agli sfottò, come se la cima del Calvario fosse una curva di ultras incarogniti: «Scenda ora dalla croce e gli crederemo» (Mt 27,42). La sensibilità è il metro degli sciocchi: il cazzeggio è ciò che riesce loro meglio. Cristo, lassù, fiuta la trappola: “Figurarsi se scendo dal …

don Marco Pozza”Il Diomendicante e il frutto della Passione”

Domenica delle Palme Una settimana alla moviola: siamo giunti ai titoli di coda della vita di Cristo. Val bene seguirlo, dunque, passo-passo: rivederlo ancora una volta in volto, avvicinarglisi per cogliere un moto del cuore, ripercorrerne i passi per imparare la strada. Siamo alle fasi finali della più grande guerra mondiale mai combattuta finora, mai …

don Marco Pozza”La voglia di Te è più forte della voglia di me”

V Domenica di QuaresimaAnno B Ci sono sempre dei fiori per chi vuole vederli. M'incuriosiscono ogni volta questi Greci, «saliti per il culto durante la festa». Gente che, vestita della voglia di Dio, si aggirava tra le strade di Gerusalemme con un unico pensiero in testa: andare a cercare quell'Uomo che era sulla bocca di tutti, …

don Marco Pozza “Chiaroscuri sui pipistrelli”

IV Domenica di Quaresima L'amore dev'essere sfrenato perchè risulti credibile: «Dio, infatti, ha tanto amato il mondo». Quell'avverbio d'alta quantità – tanto – è un'avvisaglia per il pipistrello: «Chiunque infatti fa il male, odia la luce, non viene alla luce perchè le sue opere non vengano riprovate». Comunque appaia, non è nella natura del Cristo amare a metà la …

don Marco Pozza”Vendono il sole per comprare una candela”

Nessuno si illuda sul finale: pare sia stato tutto tempo perso. Uscitosene di là, il mercato ha ripreso vita. Somigliavano, i venditori templari, agli ambulanti abusivi che popolano le città: sistemano la merce contraffatta sopra dei teli, poi la presentano bene-bene, pronti ad acciuffare al volo teli e mercanzia qualora la vedetta annunci l'arrivo dei …

don Marco Pozza”Il divino Lavandaio”

II Domenica di Quaresima Cristo sul Tabor è mia nonna nei giorni in cui mi appariva ancora più amabile di quanto già lo era di natura: “Vieni qui, non voglio che nessuno ci veda: mettiteli via che un giorno ti torneranno utili”. E, nonna-generosità, mi nascondeva nelle mani qualche banconota colorata che io, obbediente, mettevo …