Don Luciano “Vera ricchezza e vera povertà”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che …

suor Chiara Curzel “Inquietudini che fanno bene”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In questa XXVI domenica del Tempo Ordinario Gesù racconta la parabola del povero Lazzaro e del ricco, per aiutarci a riflettere sulla conversione che ci è chiesta: Lc 16,19-31. In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e …

don Sandro De Gasperi «Siamo fatti per amare, nonostante noi»

Accorgiti del povero davanti alla porta, di quanto accade fuori della finestra, delle conseguenze delle tue azioni XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 «Siamo fatti per amare, nonostante noi», canta Nek in uno dei suoi successi: nonostante le difficoltà e le sfide che ciascuno di noi incontra nel suo cammino, sappiamo che …

Eduard Patrascu “Non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Il vangelo di questa domenica non è la fotografia di ciò che accade dietro ai ristoranti, alle strutture turistiche, alle tante ville dei grandi di questo mondo. Non è nemmeno la stampadi tanti cassonetti che sono nei pressi delle case di tante famiglie di questo nostro …

#PANEQUOTIDIANO, «FIGLIO, RICÒRDATI CHE, NELLA VITA, TU HAI RICEVUTO I TUOI BENI, E LAZZARO I SUOI MALI»

La Liturgia di Domenica 25 Settembre 2022 VANGELO (Lc 16,19-31) Commento:Rev. D. Valentí ALONSO i Roig (Barcelona, Spagna) In quel tempo, Gesù disse ai farisei:  «C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava alauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto …

DALLA «LETTERA AI FILIPPESI» DI SAN POLICARPO”FOSTE SALVATI GRATUITAMENTE”

Dalla «Lettera ai Filippesi» di san Policarpo, vescovo e martire(Capp. 1, 1 – 2, 3; Funk, 1, 267-269)Foste salvati gratuitamente    Policarpo e i presbiteri, che sono con lui, alla chiesa di Dio che risiede come pellegrina in Filippi: la misericordia e la pace di Dio onnipotente e di Gesù Cristo nostro salvatore siano in …

Laura Paladino “Ascoltare la Parola e fare il vero Bene”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Abramo rispose: «Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro». L’uomo ricco replicò: «No, ma se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno». Abramo rispose: «Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti»  Luca 16,29-31 Proseguiamo la lettura …

fra Damiano Angelucci “I beni non sempre sono un Bene”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Commento Dice un proverbio popolare: “Dove arriva l’abbondanza la modestia fa fagotto”. L’abbondanza di beni è una benedizione, è in sé una cosa buona e per la quale si può e si deve pregare. Magari tutti noi fossimo nell’abbondanza!... di cibo, di acqua potabile, di case …

Mons.Nunzio Galantino “IL SORRISO DI DIO NEL VOLTO DEL POVERO CHE ATTENDE AMORE”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Al centro del Vangelo di oggi il drammatico dialogo tra Abramo e il ricco. Ma dopo averlo ascoltato, sarebbe riduttivo affrettarsi a concludere che, se il ricco è stato bene e ha goduto in vita, è bene che ora soffra, mentre il povero Lazzaro, affamato e …

Don Paolo Scquizzato OMELIA XXVI domenica del Tempo Ordinario. Anno C

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 «Si hanno due vite. La seconda comincia il giorno in cui ci si rende conto che non se ne ha che una» (Confucio).Noi abbiamo la possibilità, qui ed ora di fare della nostra vita un paradiso o in inferno. Perché l’inferno o il paradiso hanno a …

#PANEQUOTIDIANO, «IL FIGLIO DELL’UOMO STA PER ESSERE CONSEGNATO NELLE MANI DEGLI UOMINI»

La Liturgia di Sabato 24 Settembre 2022   VANGELO (Lc 9,43-45) Commento:Rev. D. Antoni CAROL i Hostench (Sant Cugat del Vallès, Barcelona, Spagna) In quel giorno, mentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, Gesù disse ai suoi discepoli:«Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli …

DAL «COMMENTO SUI SALMI» DI SANT’ILARIO,”UN FIUME E I SUOI RUSCELLI RALLEGRANO LA CITTÀ DI DIO”

Dal «Commento sui salmi» di sant'Ilario, vescovo(Sal 64, 14-15; CSEL 22, 245-246)Un fiume e i suoi ruscellirallegrano la città di Dio     (Sal 64, 10).     Il simbolismo del fiume è chiaro. Dice infatti il profeta: «Un fiume e i suoi ruscelli rallegrano lacittà di Dio» (Sal 45, 5). Lo stesso Signore dice nel …

padre Ermes Ronchi “Attenzione agli invisibili Vi si rifugia l’eterno”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In quel tempo Gesù disse ai farisei: «C'era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che …

P. Gaetano Piccolo S.J. “L’inferno di tutti i giorni”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 «Adesso il mondo è come un frantoio, si trova nelle tribolazioni; se quindi tu sei morchia, vai a finire nelle fogne; se invece sei olio, rimani nell’anfora», Sant’Agostino, Discorso 113/A, 11 L’inferno di tutti i giorni Di solito, nelle conversazioni serie, diciamo che è difficile rappresentarci l’inferno o …

Battista Borsato “L’indifferenza e’ il vero peccato”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 In quel tempo c‘era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ognigiorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto dipiaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma …

Don Paolo Zamengo “Metabolismo da ricchi”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Tra le due parabole, quella della scorsa domenica, la paraboladell'amministratore astuto e questa del ricco e del povero Lazzaro, c'è unaosservazione dell’evangelista Luca: "I farisei che erano attaccati al denaro,ascoltavano tutte queste cose e si burlavano di lui”. Noi, forse , non arriviamo al punto di …

#PANEQUOTIDIANO,«LE FOLLE, CHI DICONO CHE IO SIA? MA VOI, CHI DITE CHE IO SIA?»

La Liturgia di Venerdi 23 Settembre 2022  VANGELO (Lc 9,18-22) Commento:Rev. D. Pere OLIVA i March (Sant Feliu de Torelló, Barcelona, Spagna) Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loroquesta domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri …

DALLE LETTERE DI SAN PIO DA PIETRELCINA,”PIETRE DELL’ETERNO EDIFICIO”

Dalle lettere di san Pio da Pietrelcina, sacerdote(Edizione 1994: II, 87-90, n. 8).Pietre dell'eterno edificio     Con ripetuti colpi di salutare scalpello e con diligente ripulitura l'Artista divino vuole preparare lepietre con le quali costruire l'edificio eterno. Così canta la nostra tenerissima madre, la santa Chiesa Cattolica, nell'inno dell'ufficio della dedicazione della chiesa. E …

Monastero Marango “Gesù con i poveri alla nostra porta”

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Già il Vangelo di domenica scorsa condannava la ricchezza, quella trattenuta egoisticamente per sé e non condivisa con i bisognosi. È proprio il favore di questi ultimi che apre le porte del paradiso, cioè che trova tutto il compiacimento di Dio. Il condividere con i poveri …

P. Fabrizio Cristarella Orestano Commento XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)

XXVI Domenica del Tempo Ordinario (Anno C)  (25/09/2022) Vangelo: Lc 16,19-31 Se domenica scorsa la liturgia ci ha fatto sostare sul tema del retto uso dei beni, oggi con la celebre parabola del Ricco e del povero Lazzaro, ci mostra i rischi che corre chi si fida di mammona!             Anche questa è una parabola per certi versi …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: