don Mario Simula”Cuore-casa”

Assunzione della Beata Vergine Maria (Messa della Vigilia) (15/08/2021)

Vangelo: Lc 11,27-28

Cuore di donna prezioso come un’arca riservata a Dio.
Cuore di donna che soltanto mani consacrate possono portare: sarà la casa di Dio fatto carne.
Cuore di donna che soltanto musiche e canti di gioia possono acclamare, levando la loro voce.
Cuore di donna collocato nel cuore del popolo di Dio come scrigno sigillato e custodito con amore.
Donna: Casa aperta a chi vuole entrare e contemplare il mistero del Tesoro misterioso curato con premura tenerissima.
Corpo vestito di immortalità.
Corpo che ha vinto la morte e brilla di luce pasquale.
Donna il cui utero ha portato Dio fino alla pienezza del parto.
Donna bella nella gravidanza senza macchia alcuna.
Donna segnata dalla maternità sublime che ogni altra donna desidera.
Donna beata nel suo seno perché ha allattato Gesù, Dio fatto carne, bisognoso di succhiare il latte, di toccare il seno, di sentirne il profumo. Affamato degli occhi della madre da contemplare mentre viene nutrito.
Donna semplice, in una casa straripante di cuore, traboccante di amore.
Soprattutto donna che rende nobile ogni donna, che fa luccicare ogni maternità, che dà colori alla femminilità.
Donna irriconoscibile in tante donne non amate, amate male, usate senza amore.
Donna che grida per tutte queste donne, da tempo guardate con occhi bui.
Donna veramente beata che si è nutrita di ogni Parola pronunciata da Dio, senza lasciarne cadere alcuna, ma tutte custodendole e vivendole nella sobrietà di una vita nascosta, senza chiusure;
semplicemente non ostentata, buttata qua e là come notizia o come preda da catturare.
Se la contemplazione di questa creatura rende i nostri occhi più limpidi, il nostro cuore più vero, i nostri sentimenti più delicati, le nostre parole più garbate e amorose, facciamo un passo lunghissimo verso la liberazione di ogni donna.
Nessuno ha dovuto alzare la voce per dire la grandezza inviolabile di Maria, la Madre di Gesù.

Dio l’ha fatta grande e meravigliosa, come fa con ogni donna che compare in questo mondo.
Dobbiamo soltanto avere occhi per vedere, parole per raccontare, stupore per stare accanto e apprendere come si ama, come si dona, come si può morire gratuitamente e giorno dopo giorno per amore.
Maria assunta in cielo, anche con il corpo glorificato, è questo miracolo, scritto nella fragilità forte di una donna.
Maria è modello. Maria è primizia. Maria è liberazione. Maria è dignità inviolabile.
Maria è cuore e casa. E’ il mondo che si apre. E’ la vita che nasce generosa. E’ ogni donna che nel silenzio soffre e piange. Ogni donna che trova attorno a sé motivi per gioire e per vivere.

Fonte:https://www.ufficiodiocesanocatechisticoss.com/